GIOCHI DI CONOSCENZA

Vassilissa — orso — passeggia per il bosco

Descrivo un banale ma molto efficiente gioco di conoscenza che abbiamo fatto tutti, almeno una volta nella vita: i partecipanti si organizzano in un cerchio e il primo bambino inizia il gioco dicendo il suo nome ad alta voce, poi il compagno che sta al suo fianco ripete il nome del primo bambino e aggiunge il suo, il terzo nomina il primo, il secondo e in fine presenta se stesso… E così via.
Ci vuole tanta attenzione per restare concentrati e ricordare tutti i nomi.
Per creare una variante del gioco più adatto alla lezione di danza propongo di fare qualche modifica delle regole principali ?.
Il primo giro in cui ognuno dice il proprio nome lo lasciamo senza cambiare nulla, se volete potete inserite nel gioco un oggetto: peluche, fiore, palla o altro in modo che i bambini passano l’oggetto per cambiare il turno.
Il secondo giro invece chiediamo alunni di aggiungere al proprio nome anche il nome di un animale. Ad esempio: Chiara /farfalla, Giada/ranocchia ….
IMPORTANTE: Ricordare sempre ai bambini di ripetere a voce inizialmente i nomi e gli animali che hanno nominato i compagni che li precedono e poi annunciare il variante proprio.
Il terzo giro (sicuramente da fare più in avanti) proponiamo di mostrare anche un azione che fa questo animale.
Quindi lo schema da seguire è questo:
1) Il bambino si prepara nella posizione di equilibrio a piedi uniti e braccia chiuse sui fianchi.
2) Pronuncia il nome proprio, il nome dell’animale e un azione che fa, ad esempio : Marco/leone/dorme.
3) Solo dopo aver finito di parlare l’allievo può mostrare l’azione del animale.
4) Il prossimo bambino si prepara nella posizione di equilibrio, ripete tutto quello che ha detto e ha fatto il bambino precedente e solo dopo passa alla sua parte quindi dice il nome proprio/animale/azione e poi lo mostra.
NOZIONI :
— È importante che le azioni proposte da altri bambini vengono eseguite esattamente così come sono state mostrate da loro.
— Prendete anche voi parte del gioco, non rimanete fuori solamente per gestirlo ?.

Questo gioco oltre a portare tanta gioia e divertimento, sviluppa l’attenzione verso i compagni, accende la fantasia, allena le capacità espressive e favorisce al prolungamento dei tempi di concentrazione. Permette all’insegnante di seguire singoli esibizioni e fare le osservazioni al momento abituando così gli alunni all’ascolto della voce.
NB : questo variante del gioco è adatto per i bambini dai 4 ai 7 anni. Per i più grandicelli possono essere fatte altre modifiche divertenti.

Buona pratica!

Добавить комментарий